Pallavolo / mondiali

elohim4
Mondiale Volley, inutile vittoria Italia a casa
Si sapeva già dalla vigilia che sarebbe stata durissima, e le speranze sono finite sul nascere. Italia subito condannata dalla sconfitta del primo set. Poi gli Azzurri hanno una reazione d’orgoglio e vanno a vincere la partita a tie-break. Parziali 14-25, 25-21, 18-25, 25-17, 15-11 Dopo la disastrosa partenza alla final-six, con la batosta rimediata dalla Serbia, e la vittoria a sua volta della Polonia sugli stessi serbi, l’unica speranza dell’Italia di qualificarsi era vincere contro la Polonia non solo col risultato di 3-0, ma anche con almeno 15 punti di scarto complessivi. Era difficile crederci e i fatti non hanno superato le speranze e le fantasie del pubblico italiano. La Polonia vola in semifinale, insieme alla già qualificata Serbia e alle altre due formazioni dell’altro raggruppamento, USA e Brasile. Le semifinali vedranno opporsi Polonia-Usa e Brasile-Serbia. La prima delle semifinali vedrà il Brasile arrivato primo nella Pool I, affrontare la Serbia arrivata seconda nella Pool J, mentra l’altra partita vedrà opposte USA e Polonia. TUTTO FINISCE SUBITO Dal canto loro la Polonia aggiudicandosi il primo set vince subito la sua vera gara, che era qualificarsi per le semifinali. Bastano 25 minuti per distruggere ogni flebile speranza azzurra e far volare i polacchi in semifinale. I campioni del mondo in carica nel primo set prendono il largo, non offrono mai una reale possibilità all’Italia di rientrare in partita e chiudono la pratica con un parziale 25-14 che non ammette repliche. Serviva la partita perfetta ma troppi giocatori hanno avuto un pessimo avvio e i troppi errori sono stati fatali. Il resto della partita è stata condizionata dal fatto che essa non aveva più niente da dare alla classifica per cui si è comunque lottato, si sono viste anche belle giocate e c’e’ stata anche l’emozione del tie-break Come valutare questo mondiale? L’entusiasmo dopo la prima fase era alle stelle, sette vittorie e una sola sconfitta in otto gare disputate, giocando in casa facevano sognare più di un tifoso. La batosta colta con la Serbia è stato un terribile risveglio che di fatto ci ha subito precluso il sogno della semifinale. La vittoria con la Polonia è stata ottenuta con un avversario già proiettato alla semifinale e il cui coach ha risparmiato i titolari, se fosse stata partita vera, come lo è stato solo il primo set, forse l’Italia apparsa sin da subito nervosa avrebbe rimediato un’altra severa lezione. Onore comunque alla squadra di Blengini che per un pò ci ha fatto sognare: Giannelli palleggiatore, Zaytsev opposto, Juantorena e Lanza schiacciatori. Centrali Mazzone e Anzani centrali, Colaci libero. Grazie Azzurri!
0.00
0
0

elohim4
Mondiale Volley, inutile vittoria Italia a casa
Si sapeva già dalla vigilia che sarebbe stata durissima, e le speranze sono finite sul nascere. Italia subito condannata dalla sconfitta del primo set. Poi gli Azzurri hanno una reazione d’orgoglio e vanno a vincere la partita a tie-break. Parziali 14-25, 25-21, 18-25, 25-17, 15-11 Dopo la disastrosa partenza alla final-six, con la batosta rimediata dalla Serbia, e la vittoria a sua volta della Polonia sugli stessi serbi, l’unica speranza dell’Italia di qualificarsi era vincere contro la Polonia non solo col risultato di 3-0, ma anche con almeno 15 punti di scarto complessivi. Era difficile crederci e i fatti non hanno superato le speranze e le fantasie del pubblico italiano. La Polonia vola in semifinale, insieme alla già qualificata Serbia e alle altre due formazioni dell’altro raggruppamento, USA e Brasile. Le semifinali vedranno opporsi Polonia-Usa e Brasile-Serbia. La prima delle semifinali vedrà il Brasile arrivato primo nella Pool I, affrontare la Serbia arrivata seconda nella Pool J, mentra l’altra partita vedrà opposte USA e Polonia. TUTTO FINISCE SUBITO Dal canto loro la Polonia aggiudicandosi il primo set vince subito la sua vera gara, che era qualificarsi per le semifinali. Bastano 25 minuti per distruggere ogni flebile speranza azzurra e far volare i polacchi in semifinale. I campioni del mondo in carica nel primo set prendono il largo, non offrono mai una reale possibilità all’Italia di rientrare in partita e chiudono la pratica con un parziale 25-14 che non ammette repliche. Serviva la partita perfetta ma troppi giocatori hanno avuto un pessimo avvio e i troppi errori sono stati fatali. Il resto della partita è stata condizionata dal fatto che essa non aveva più niente da dare alla classifica per cui si è comunque lottato, si sono viste anche belle giocate e c’e’ stata anche l’emozione del tie-break Come valutare questo mondiale? L’entusiasmo dopo la prima fase era alle stelle, sette vittorie e una sola sconfitta in otto gare disputate, giocando in casa facevano sognare più di un tifoso. La batosta colta con la Serbia è stato un terribile risveglio che di fatto ci ha subito precluso il sogno della semifinale. La vittoria con la Polonia è stata ottenuta con un avversario già proiettato alla semifinale e il cui coach ha risparmiato i titolari, se fosse stata partita vera, come lo è stato solo il primo set, forse l’Italia apparsa sin da subito nervosa avrebbe rimediato un’altra severa lezione. Onore comunque alla squadra di Blengini che per un pò ci ha fatto sognare: Giannelli palleggiatore, Zaytsev opposto, Juantorena e Lanza schiacciatori. Centrali Mazzone e Anzani centrali, Colaci libero. Grazie Azzurri!
0.00
0
0

elohim4
Mondiale Volley, inutile vittoria Italia a casa
Si sapeva già dalla vigilia che sarebbe stata durissima, e le speranze sono finite sul nascere. Italia subito condannata dalla sconfitta del primo set. Poi gli Azzurri hanno una reazione d’orgoglio e vanno a vincere la partita a tie-break. Parziali 14-25, 25-21, 18-25, 25-17, 15-11 Dopo la disastrosa partenza alla final-six, con la batosta rimediata dalla Serbia, e la vittoria a sua volta della Polonia sugli stessi serbi, l’unica speranza dell’Italia di qualificarsi era vincere contro la Polonia non solo col risultato di 3-0, ma anche con almeno 15 punti di scarto complessivi. Era difficile crederci e i fatti non hanno superato le speranze e le fantasie del pubblico italiano. La Polonia vola in semifinale, insieme alla già qualificata Serbia e alle altre due formazioni dell’altro raggruppamento, USA e Brasile. Le semifinali vedranno opporsi Polonia-Usa e Brasile-Serbia. La prima delle semifinali vedrà il Brasile arrivato primo nella Pool I, affrontare la Serbia arrivata seconda nella Pool J, mentra l’altra partita vedrà opposte USA e Polonia. TUTTO FINISCE SUBITO Dal canto loro la Polonia aggiudicandosi il primo set vince subito la sua vera gara, che era qualificarsi per le semifinali. Bastano 25 minuti per distruggere ogni flebile speranza azzurra e far volare i polacchi in semifinale. I campioni del mondo in carica nel primo set prendono il largo, non offrono mai una reale possibilità all’Italia di rientrare in partita e chiudono la pratica con un parziale 25-14 che non ammette repliche. Serviva la partita perfetta ma troppi giocatori hanno avuto un pessimo avvio e i troppi errori sono stati fatali. Il resto della partita è stata condizionata dal fatto che essa non aveva più niente da dare alla classifica per cui si è comunque lottato, si sono viste anche belle giocate e c’e’ stata anche l’emozione del tie-break Come valutare questo mondiale? L’entusiasmo dopo la prima fase era alle stelle, sette vittorie e una sola sconfitta in otto gare disputate, giocando in casa facevano sognare più di un tifoso. La batosta colta con la Serbia è stato un terribile risveglio che di fatto ci ha subito precluso il sogno della semifinale. La vittoria con la Polonia è stata ottenuta con un avversario già proiettato alla semifinale e il cui coach ha risparmiato i titolari, se fosse stata partita vera, come lo è stato solo il primo set, forse l’Italia apparsa sin da subito nervosa avrebbe rimediato un’altra severa lezione. Onore comunque alla squadra di Blengini che per un pò ci ha fatto sognare: Giannelli palleggiatore, Zaytsev opposto, Juantorena e Lanza schiacciatori. Centrali Mazzone e Anzani centrali, Colaci libero. Grazie Azzurri!
0.00
0
0
0.00
1
0
0.00
1
0
0.00
1
0
0.00
5
0
0.00
5
0
0.00
5
0
0.00
2
0
0.00
2
0
0.00
2
0
0.00
7
0
0.00
7
0
0.00
7
0
0.00
4
0
0.00
4
0
0.00
4
0
0.00
9
0
0.00
9
0
0.00
9
0
Arriveranno presto altri post. Scrivi il tuo!