https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Volleyball_WC_2006_Brazil_vs_Serbia.jpg

Debutto deludente della Nazionale a Torino alla final six, che sbatte contro un avversario rivelatosi uno scoglio insormontabile. Pesante il punteggio 0-3 e domani ci si gioca tutto contro la Polonia.

Parziali: 15-25, 20-25, 18-25

Seconda sconfitta del Mondiale per l'Italvolley, dopo quella indolore contro la Russia, questa volta è una sconfitta davvero pesante. Delusione anche per i 15mila spettatori che hanno gremito il Pala Alpitour.

Ne primo set l’Italia subisce nettamente la Serbia 25-15. I nostri avversari riescono a recuperare ogni pallone e i nostri attacchi sono sterili.

Nel secondo set gli azzurri reagiscono, ma tengono il passo degli avversari solo fino a 6-6, poi i serbi allungano alla grande e si portano a casa anche il secondo parziale 20-25.

La serataccia non sembra cambiare e il terzo set è la replica dei primi due, con finale 20-25.

Si spera nella riscossa, questa sera contro la Polonia in una partita da dentro o fuori.

Impossibile nascondere la delusione, non è solo maturata una sconfitta, ma anche un notevole ridimensionamento del sogno mondiale. Non siamo stati all’altezza degli avversari e il gap è stato davvero notevole. Adesso le speranze sono legate sia alla partita di stasera contro la Polonia, ma anche al risultato dello scontro diretto fra polacchi e serbi.

Questa batosta fa male, l’ottimo avvio del mondiale aveva fatto ben sperare e anche se non tutto è ancora perduto, la situazione è critica. Pesa il fatto che contro gli avversari più duri fin qui incontrati, Serbia e Russia siano arrivate due sconfitte. Certo quella coi russi era indolore e in quella occasione gli azzurri hanno mollato solo all’ultimo, ma quella con la Serbia è sembrata una resa incondizionata.