Trending

frafiomatale
Esuberi Juve, grazie Marotta!
Fonte immagine calciomercato.it Che questo sia il mercato più difficile degli ultimi anni per la Vecchia Signora è un dato di fatto piuttosto innegabile, e confermato anche dal numero di giocatori attualmente in rosa. I casi più spinosi sono tutti o quasi in attacco, con Higuain che pare destinato a rimanere in bianconero per almeno un'altra stagione, a causa della mancanza di acquirenti dopo il rinnovo di Dzeko con la Roma, Mandzukic che a 33 anni e dopo una stagione finita in netto calando non convince più di tanto le pretendenti tedesche, e Dybala restio ad abbandonare la casa madre, anche se le ultime voci parlano di contatti ben avviati con la dirigenze del Paris Saint Germain. Con Ronaldo e gli attaccanti esterni Bernardeschi e Douglas Costa ritenuti fondamentali per il gioco di Sarri, si comprende bene come sia proprio uno (o anche di più) tra i due argentini e il croato a dover far le valigie per sistemare la questione esuberi, che al momento non permetterebbe l'iscrizione di ben cinque giocatori della rosa nella lista della Champions League, oltre che per andare a caccia di ulteriori risorse per finanziare altri eventuali colpi in entrata e sistemare i conti, apparsi in sofferenza dopo le grandi operazioni degli ultimi due anni. Fonte immagine ilbianconero.com Ma da dove deriva questa enorme difficoltà nel cedere i propri calciatori, che ragionando secondo i risultati ottenuti negli ultimi anni, dovrebbero risultare tra i più ambiti d'Europa? Essenzialmente negli sciagurati rinnovi di contratto offerti dal vecchio amministratore delegato Beppe Marotta a giocatori ultra-trentenni come Mandzukic stesso, ma anche Khedira e Rugani, che ora pur messi sul mercato non riescono a trovare squadre in grado di pareggiare le offerte economiche in essere, se non scontando fortemente il prezzo del cartellino rinunciando alle relative plusvalenze. Il nuovo dirigente nerazzurro, che all'Inter sta dimostrando tutte le enormi difficoltà palesate in bianconero per chiudere le trattative in entrata e in uscita (Lukaku è approdato a Milano solo dopo il rifiuto di Dybala di trasferirsi a Manchester), tanto che in molti sostengono che fosse Fabio Paratici il vero regista di operazioni di mercato clamorose come quelle di Ronaldo e ancor prima Tevez, Vidal e Barzagli. Tuttavia ora tocca allo stesso Paratici tirare fuori il coniglio dal cilindro e sfoltire una rosa troppo ampia entro due settimane, data di chiusura definitiva del mercato. Non sarà semplice, auguri.
0.00
2
0

frafiomatale
Esuberi Juve, grazie Marotta!
Fonte immagine calciomercato.it Che questo sia il mercato più difficile degli ultimi anni per la Vecchia Signora è un dato di fatto piuttosto innegabile, e confermato anche dal numero di giocatori attualmente in rosa. I casi più spinosi sono tutti o quasi in attacco, con Higuain che pare destinato a rimanere in bianconero per almeno un'altra stagione, a causa della mancanza di acquirenti dopo il rinnovo di Dzeko con la Roma, Mandzukic che a 33 anni e dopo una stagione finita in netto calando non convince più di tanto le pretendenti tedesche, e Dybala restio ad abbandonare la casa madre, anche se le ultime voci parlano di contatti ben avviati con la dirigenze del Paris Saint Germain. Con Ronaldo e gli attaccanti esterni Bernardeschi e Douglas Costa ritenuti fondamentali per il gioco di Sarri, si comprende bene come sia proprio uno (o anche di più) tra i due argentini e il croato a dover far le valigie per sistemare la questione esuberi, che al momento non permetterebbe l'iscrizione di ben cinque giocatori della rosa nella lista della Champions League, oltre che per andare a caccia di ulteriori risorse per finanziare altri eventuali colpi in entrata e sistemare i conti, apparsi in sofferenza dopo le grandi operazioni degli ultimi due anni. Fonte immagine ilbianconero.com Ma da dove deriva questa enorme difficoltà nel cedere i propri calciatori, che ragionando secondo i risultati ottenuti negli ultimi anni, dovrebbero risultare tra i più ambiti d'Europa? Essenzialmente negli sciagurati rinnovi di contratto offerti dal vecchio amministratore delegato Beppe Marotta a giocatori ultra-trentenni come Mandzukic stesso, ma anche Khedira e Rugani, che ora pur messi sul mercato non riescono a trovare squadre in grado di pareggiare le offerte economiche in essere, se non scontando fortemente il prezzo del cartellino rinunciando alle relative plusvalenze. Il nuovo dirigente nerazzurro, che all'Inter sta dimostrando tutte le enormi difficoltà palesate in bianconero per chiudere le trattative in entrata e in uscita (Lukaku è approdato a Milano solo dopo il rifiuto di Dybala di trasferirsi a Manchester), tanto che in molti sostengono che fosse Fabio Paratici il vero regista di operazioni di mercato clamorose come quelle di Ronaldo e ancor prima Tevez, Vidal e Barzagli. Tuttavia ora tocca allo stesso Paratici tirare fuori il coniglio dal cilindro e sfoltire una rosa troppo ampia entro due settimane, data di chiusura definitiva del mercato. Non sarà semplice, auguri.
0.00
2
0

frafiomatale
Esuberi Juve, grazie Marotta!
Fonte immagine calciomercato.it Che questo sia il mercato più difficile degli ultimi anni per la Vecchia Signora è un dato di fatto piuttosto innegabile, e confermato anche dal numero di giocatori attualmente in rosa. I casi più spinosi sono tutti o quasi in attacco, con Higuain che pare destinato a rimanere in bianconero per almeno un'altra stagione, a causa della mancanza di acquirenti dopo il rinnovo di Dzeko con la Roma, Mandzukic che a 33 anni e dopo una stagione finita in netto calando non convince più di tanto le pretendenti tedesche, e Dybala restio ad abbandonare la casa madre, anche se le ultime voci parlano di contatti ben avviati con la dirigenze del Paris Saint Germain. Con Ronaldo e gli attaccanti esterni Bernardeschi e Douglas Costa ritenuti fondamentali per il gioco di Sarri, si comprende bene come sia proprio uno (o anche di più) tra i due argentini e il croato a dover far le valigie per sistemare la questione esuberi, che al momento non permetterebbe l'iscrizione di ben cinque giocatori della rosa nella lista della Champions League, oltre che per andare a caccia di ulteriori risorse per finanziare altri eventuali colpi in entrata e sistemare i conti, apparsi in sofferenza dopo le grandi operazioni degli ultimi due anni. Fonte immagine ilbianconero.com Ma da dove deriva questa enorme difficoltà nel cedere i propri calciatori, che ragionando secondo i risultati ottenuti negli ultimi anni, dovrebbero risultare tra i più ambiti d'Europa? Essenzialmente negli sciagurati rinnovi di contratto offerti dal vecchio amministratore delegato Beppe Marotta a giocatori ultra-trentenni come Mandzukic stesso, ma anche Khedira e Rugani, che ora pur messi sul mercato non riescono a trovare squadre in grado di pareggiare le offerte economiche in essere, se non scontando fortemente il prezzo del cartellino rinunciando alle relative plusvalenze. Il nuovo dirigente nerazzurro, che all'Inter sta dimostrando tutte le enormi difficoltà palesate in bianconero per chiudere le trattative in entrata e in uscita (Lukaku è approdato a Milano solo dopo il rifiuto di Dybala di trasferirsi a Manchester), tanto che in molti sostengono che fosse Fabio Paratici il vero regista di operazioni di mercato clamorose come quelle di Ronaldo e ancor prima Tevez, Vidal e Barzagli. Tuttavia ora tocca allo stesso Paratici tirare fuori il coniglio dal cilindro e sfoltire una rosa troppo ampia entro due settimane, data di chiusura definitiva del mercato. Non sarà semplice, auguri.
0.00
2
0
0.00
4
1
0.00
4
1
0.00
4
1
0.00
14
4
0.00
14
4
0.00
14
4
0.00
12
1
0.00
12
1
0.00
12
1
0.00
7
0
0.00
7
0
0.00
7
0
0.00
10
1
0.00
10
1
0.00
10
1
0.00
5
0
0.00
5
0
0.00
5
0