Calcio / cristiano ronaldo

frafiomatale
La Juve non punta solo Guardiola, in arrivo anche Messi?
Fonte immagine goal.com Prima di iniziare a sobbalzare dalle sedie per l'emozione (o per le risate, se ritenete l'eventualità impossibile), lasciatemi snocciolare alcuni riferimenti. Il primo a parlare di una possibile trattativa per portare la "pulce" a Torino, è stato il giornalista Luca Serafini sul finire dell'anno scorso, quando sulla sua pagina Facebook annunciò di aver appreso, da alcune fonti spagnole, circa l'intensificarsi dei contatti tra la dirigenza bianconera e l'entourage dell'argentino, al fine di studiare le possibilità di un clamoroso trasferimento. Seguo Serafini da anni e lo reputo un giornalista piuttosto affidabile, soprattutto quando disquisisce attorno alle vicende del calcio iberico; nonostante la sua fede dichiaratamente milanista non è tipo da lasciarsi andare in commenti o giudizi condizionati dal livore e dall'astio (come ad esempio i vari Pistocchi, Alvino, Ziliani etc.) nei confronti di alcuna squadra, e non ricordo di averlo mai sentito parlare onde creare sensazionalismo immotivato. A coinvolgere Messi, suggerendogli un cambio di squadra per ravvivare ancor di più la propria stella sul finale di carriera, è stato inoltre, anticipando di pochi giorni la rivelazione di Serafini, lo stesso Cristiano Ronaldo, che con un invito a seguirlo in Serie A aveva lasciato intendere a tutti che l'eventualità di ritrovarsi il grande rivale dell'ultimo decennio come compagno di squadra, rappresentava situazione a lui per nulla sgradita. Volete un altro indizio? Il figlio di Messi, durante l'ultima sfida tra Barcellona ed Inter in Champions League, è stato pizzicato, dalle riprese di alcuni tifosi seduti dietro di lui sulle tribune del Camp Nou, a disegnare il logo della Juventus, per poi mostrarlo orgogliosamente al papà, piuttosto divertito accanto a lui. Probabilmente una coincidenza senza troppa importanza, ma perché, tra le decine di loghi possibili proprio quello della Juventus? Certo, quello della società bianconera risulta moderno, gradevole e non è impossibile da replicare per un bambino, ma anche solo il fatto che il piccolo abbia pensato proprio ai torinesi in quel determinato periodo, potrebbe lasciar credere che qualcosa bolla in pentola. Il figlio di Messi disegna il logo della Juventus. Fonte immagine foxsports.it Fin qui tutto parrebbe confinato alle chiacchiere di un breve e determinato periodo risalente all'anno scorso, ma nelle ultime ore la clamorosa indiscrezione di un trasferimento di Messi sotto la Mole, è stata rilanciata dal sito affaritaliani.it, che senza mezzi termini parla addirittura di viaggi già compiuti da parte del management bianconero per studiare attentamente la fattibilità dell'operazione. Stando a quanto viene raccontato dietro all'eventuale operazione si celerebbe la sapiente regia dell'Adidas, sempre più partner commerciale dei bianconeri e dello stesso numero dieci del Barcellona, con l'intenzione di sviluppare esponenzialmente il proprio mercato in Italia; in altre parole l'azienda tedesca avrebbe puntato, secondo i ben informati, il cavallo vincente individuandolo nella Juventus, che grazie all'ambizione di Andrea Agnelli punta a diventare una delle regine assolute del calcio europeo e mondiale. Che Messi possa lasciare i blaugrana, considerando la clausola rescissoria di 700 milioni di euro, per accasarsi in un qualunque altro club, ad oggi pare mera utopia, ma attenzione a sottovalutare un aspetto: il rientro di immagine, di sponsorizzazioni e ricavi commerciali di una squadra che potesse schierare insieme Cristiano Ronaldo e Messi, con Guardiola allenatore, rischierebbe di divenire inestimabile. Messi e Guardiola, si ritroveranno alla Juve? Fonte immagine sikids.com La Juventus diverrebbe probabilmente in poco tempo la squadra più famosa del mondo, con tutto ciò che ne deriva da un punto di vista economico, e la crescita in borsa delle azioni del club, schizzate alle stelle ai soli primi rumors su Guardiola, moltiplicherebbero verosimilmente il proprio valore per un numero imprecisato di volte; inoltre la FCA potrebbe partecipare all'operazione sotto forma di sponsorizzazioni dirette alla squadra e al calciatore, ricavandone a sua volta un ritorno di appeal non indifferente. Solo fantasie? Dovessi scommettere un euro (bucato) direi che per il momento sembra difficile discostarsi da una risposta affermativa, ma allo stesso tempo non posso esimermi dal pensare quanto sarebbe divertente leggere i vari pseudo opinionisti, tifosi e pubblico vario del mondo del pallone italiano, contenere i travasi di bile nell'affannosa ricerca di un nuovo "più forte del mondo"? Con il rischio che poi ad Agnelli venga in mente di comprare pure Neymar...
0.00
12
4

mad.runnerAggiornato
Ripresa della scrittura
0.00
8
3