La formazione della Juventus under 23, ovvero la seconda squadra di quella ufficiale, che ha preso vita solo quest'anno e che per l'appunto emula il sistema delle squadre "B" che in altri campionati già esistono da molti anni, ha vinto fino adesso solo 5 partite di campionato su 17 e si trova molto vicino alla non invidiabile zona dei play-out della Lega Pro (Girone A).

A vederla in questo modo sembrerebbe che questa nuova esperienza, fatta dalla società di calcio più all'avanguardia di tutte, sia un fallimento, ma per quanto la vedo io non è proprio così, anche se in giro ho già letto vari articoli che la pensano diversamente da me.

I problemi certo sono molti, a partire dai risultati per finire alla mancanza di spettatori a seguito, ma nel mezzo c'è quello che davvero conta. Infatti le seconde squadre esistono non per emulare la prima in vittorie e portare a casa trofei, anche se certamente il peso del nome Juve sulle spalle pesa, ma servono per dare una grossa chance ai giovani del vivaio e non, di poter crescere giocando con una certa continuità, in un campionato professionistico allenante e dove potersi mettere veramente in mostra.

Invece fino alla passata stagione i giovani talenti bianconeri, che come sappiamo difficilmente riescono a debuttare e a farsi le ossa in Serie A, se non considerati proprio dei fenomeni, dovevano continuare a giocare nella squadra Primavera, campionato poco allenante e con poca visibilità, oppure essere ceduti in prestito in qualche squadra di Serie B dove fare panchina sarebbe stata la routine.

Quindi il vero scopo di Mauro Zironelli, l'allenatore della formazione Juventus U23, non è quello di vincere il campionato, ma di far maturare talenti per farli esordire in prima squadra, se poi si vincono anche i campionati ancora meglio e l'importante come al solito è essere arrivati primi (in Italia) per cercare di cogliere qualsiasi opportunità che migliori e renda più solida l'intera società!

Una piccola nota per chi non conosce una regola fondamentale che attanaglia le seconde squadre: possono essere promosse solo fino alla serie B, ma non potranno mai andare in serie A, mentre invece possono sempre retrocedere.

---------------------------------------------------------------