Juventus - Torino

Allianz Stadium, venerdì 3 maggio ore 20:30

Il derby di Torino stavolta avrà un sapore diverso, i granata avranno 2 grandi motivazioni per vincere: battere i campioni d'Italia dopo 4 anni di sconfitte e pareggi e vincere per inseguire il sogno Champions. Forti della vittoria sul Milan, Belotti e compagni stanno vivendo un momento d'oro e hanno raggiunto proprio i milanisti a quota 56 al quinto posto. Mister Mazzarri per il derby ritrova Baselli, Falque e Zaza (questi ultimi 2 probabilmente partiranno dalla panchina) ma perde Moretti per squalifica (al suo posto ci sarà Bremer). I bianconeri hanno ormai chiuso la loro stagione e giocheranno esclusivamente per mantenere viva la gloria della società. Mister Allegri si affiderà alla difesa a 4 in un classico 4-3-3, con Bernardeschi e Cuadrado a supporto della punta CR7. Sulla corsia di sinistra Spinazzola dovrebbe rimpiazzare un acciaccato Alex Sandro.

Chievo - SPAL

Stadio Bentegodi, sabato 4 maggio ore 18

Partita (quasi) inutile ai fini della classifica, se non fosse che gli ospiti non hanno ancora raggiunto la salvezza aritmetica. Improbabile comunque una retrocessione dei ferraresi, che con il pareggio della scorsa giornata si sono portati a +10 sull'Empoli a quattro giornate (e dunque 12 punti a disposizione) dal termine. Mister Semplici probabilmente schiererà Floccari titolare a supporto di bomber Petagna, mentre in difesa ritroverà Cionek, ma dovrà fare i conti con i fastidi muscolari di Felipe, che potrebbe partire inizialmente dalla panchina favorendo Regini. I veneti sono ormai condannati da 2 settimane e puntano ora a rendere meno amaro l'ultimo posto in classifica. Mister Di Carlo continuerà a dar spazio ai giovani e a chi ha giocato di meno durante la stagione, come ad esempio Kiyine e Meggiorini.

Udinese - Inter

Dacia Arena, sabato 4 maggio ore 20:30

I padroni di casa sono chiamati all'impresa sabato sera per evitare di essere agganciati dall'Empoli e rischiare di lasciare la serie A dopo 25 anni di permanenza. Mister Tudor sa che contro questa Inter servirà una partita perfetta: in attacco è da decidere il ballottaggio tra Lasagna e Okaka (il primo in vantaggio), mentre a centrocampo conta di poter fare affidamento sui rientranti Fofana e Troost-Ekong. Per quanto riguarda i nerazzurri, c'è da chiudere al più presto il discorso Champions per evitare brutte figure a fine stagione: i 4 punti di distacco dalla Roma sono troppo pochi, sarà d'obbligo vincere ad Udine. Mister Spalletti è chiamato ancora una volta a scegliere tra Icardi e Martinez; per il resto tutti a disposizione, compreso Brozovic che si riprenderà la regia del centrocampo nerazzurro.

Empoli - Fiorentina

Stadio Castellani, domenica 5 maggio ore 12:30

Un insolito derby fiorentino all'ora di pranzo, che sarà decisivo per i padroni di casa in quanto una sconfitta potrebbe mettere a serio rischio la loro permanenza nel massimo campionato, già ora molto difficile. Mister Andreazzoli è chiamato a vincere per dare speranza ai tifosi, ma dovrà fare i conti con un'infermeria ancora piena. L'opzione più probabile è dunque il 3-5-2 con Di Lorenzo e Pajac esterni e Farias-Caputo coppia d'attacco. I viola si trovano nel limbo, esattamente a metà strada tra Europa e serie B. Tuttavia vincere un derby è sempre una soddisfazione enorme per i tifosi e potrebbe forse ripagare almeno in parte la delusione di questa stagione incolore. Mister Montella avrà un bel pò di nodi da sciogliere, dovrebbe comunque favorire Ceccherini nel reparto arretrato, Benassi in mediana e Mirallas davanti a supporto di Chiesa e Muriel, con Simeone inizialmente relegato in panchina.

Lazio - Atalanta

Stadio Olimpico, domenica 5 maggio ore 15

Ultima occasione per i biancocelesti in vista Champions League: soltanto una vittoria domenica contro la diretta concorrente Atalanta potrebbe lasciare aperte le speranze, altrimenti toccherà accontentarsi dell'Europa League. Mister Inzaghi ritrova Luis Alberto ma perde Lulic per squalifica, le fasce saranno dunque affidate a Romulo e Marusic; in attacco confermato un Caicedo in splendida forma. I bergamaschi sono senza dubbio la squadra più in forma in questo momento della stagione: quarto posto e finale di coppa Italia da giocare, un sogno ad occhi aperti per i fans. Per la delicata sfida dell'Olimpico mister Gasperini dovrà decidere se schierare o meno Ilicic, reduce da un affaticamento. Inoltre dovrà risolvere le staffette Castagne-Gosens sugli esterni e Palomino-Djimsiti in difesa.

Parma - Sampdoria

Stadio Tardini, domenica 5 maggio ore 15

I ducali erano partiti a razzo ad inizio stagione sfiorando le zone alte della classifica, salvo poi frenare bruscamente nel 2019 e posizionarsi al 15° posto. La salvezza aritmetica è ormai vicinissima, ma meglio chiudere subito la faccenda e non rischiare inutilmente. Mister D'Aversa dovrebbe ripiegare su Bastoni e Siligardi per ovviare agli infortuni di Gagliolo e Ceravolo; inoltre salgono le quotazioni di Stulac a sfavore di Scozzarella in regia. Dopo le 2 sconfitte di fila si spengono i sogni di gloria dei blucerchiati, che ora restano aggrappati soltanto all'aritmetica. Mister Giampaolo perde per squalifica Tonelli, Ramirez e Sala: spazio dunque a Bereszynski, Saponara e Ferrari. In attacco resta serrato il ballottaggio tra Defrel e Gabbiadini per affiancare bomber Quagliarella.

Sassuolo - Frosinone

Mapei Stadium, domenica 5 maggio ore 15

Arrivata la salvezza aritmetica con la vittoria sulla Fiorentina, i neroverdi possono ora affrontare le restanti 4 partite con serenità. Per la sfida casalinga contro il Frosinone mister De Zerbi potrebbe dar spazio a Locatelli a centrocampo a discapito di Duncan, mentre in attacco sono quasi certi del posto Babacar e Boga, che la spunterebbero su Djuricic e Di Francesco. I gialloblu sono ormai aggrappati ad un filo sottile e l'unica chance che hanno è vincerle tutte e sperare in un passo falso delle altre. Mister Baroni ritrova Ciano in attacco, che andrà ad affiancare Pinamonti in un offensivo 3-5-2. Sulle fasce Paganini e Beghetto, con Chibsah in pole per dirigere la mediana.

Genoa - Roma

Stadio Ferraris, domenica 5 maggio ore 18

Si affrontano le due squadre probabilmente più deludenti di questo campionato, che cercheranno ora di rimediare quanto possibile: i rossoblu di conquistare quanto prima la salvezza ed evitare una sorprendente retrocessione; i giallorossi di assicurarsi perlomeno un posto in Europa ed evitare quindi di perdere pedine importanti nel mercato estivo. Mister Prandelli potrebbe confermare Lapadula in attacco al fianco di Kouamè, nonostante il recupero di Sanabria; torna dalla squalifica Veloso, che però dovrà contendersi la maglia con Rolon. Mister Ranieri potrà contare sui rientranti Cristante e Zaniolo, ma potrebbe perdere Dzeko che ha accusato il colpo nell'ultima uscita di campionato. Cerca conferma Pastore sulla trequarti dopo la buona prestazione della scorsa giornata.

Napoli - Cagliari

Stadio San Paolo, domenica 5 maggio ore 20:30

I partenopei, fortemente criticati dai propri supporters, devono guardarsi le spalle dall'Inter e difendere il secondo posto. Per il posticipo di domenica sera mister Ancelotti potrebbe perdere Insigne ed Allan, alle prese con fastidi muscolari. Rivendicano un posto dal 1° minuto Hysaj e Mario Rui in difesa, così come scalpita Meret per difendere i pali. Il Cagliari andrà a Napoli per fare bella figura, dato che ormai la salvezza può considerarsi cosa fatta. Mister Maran dovrebbe dare un'occasione a Thereau in attacco, complice la distorsione alla caviglia di Joao Pedro. In difesa Cacciatore potrebbe ancora una volta avere la meglio su Srna.

Milan - Bologna

Stadio San Siro, lunedì 6 maggio ore 20:30

I rossoneri stanno passando un brutto periodo e la sconfitta di Torino li ha fatti scivolare al settimo posto, mettendo a rischio la qualificazione alla prossima Champions League. Contro il Bologna sarà obbligatorio vincere o la situazione potrebbe degenerare. Mister Gattuso avrà non pochi problemi in difesa a causa dei forfait di Calabria, Conti e Romagnoli, potrebbero partire dunque dall'inizio Abate e Rodriguez esterni con Musacchio e Zapata centrali. Nel reparto offensivo potrebbe restare in panchina un deludente Suso, favorendo Cutrone che gode di un buon momento di forma. Con la vittoria di sabato i rossoblu hanno distaccato di 8 punti l'Empoli e possono finalmente tirare una boccata d'aria. Mihajilovic vorrà sicuramente fare uno sgambetto al suo Milan, ma dovrà fare i conti con le squalifiche di Soriano e M'baye: al loro posto dovrebbero giocare Calabresi e Poli. Nel tridente offensivo Palacio sarà probabilmente sostenuto da Orsolini e Sansone, con Santander ed Edera pronti a subentrare.