Fonte immagine ilposticipo.it

Giornata di fuoco quella appena trascorsa sul fronte delle trattative estive di calciomercato, con diverse notizie succulente in grado di rincorrersi un po' per tutta la giornata e che hanno coinvolto molti dei club più importanti della nostra Serie A.

Due voci su tutte però sono state in grado di catturare in modo particolare le attenzioni degli appassionati e degli addetti ai lavori, riferite alle due principali contendenti al titolo delle ultime stagioni, Napoli e Juventus: la squadra del presidente Aurelio De Laurentiis avrebbe avanzato un'offerta ufficiale per strappare Mauro Icardi dalla destinazione torinese, apparsa la più probabile fino a poche ore fa, con i campioni d'Italia costretti, per scelta o per necessità, a spostare il proprio mirino oltremanica sul brasiliano del Manchester City, Gabriel Jesus.

Due bombe deflagrate con la massima potenza, che oltre a rinforzare in maniera clamorosa le due formazioni, avrebbero l'effetto di sbloccare contemporaneamente il mercato della squadra che ai nastri di partenza si presenta come terzo incomodo nella lotta tricolore, ovvero l'Inter di Antonio Conte, ansiosa di reinvestire i soldi ricavati da Maurito per affondare in maniera definitiva il colpo che porterebbe all'obiettivo principale Romelu Lukaku.

Fonte immagine sport.virgilio.it

Si parla infatti di ben sessanta milioni messi sul piatto da Giuntoli al fine di strappare l'attaccante argentino dalle grinfie dei rivali bianconeri, riconoscendo al giocatore un contratto da sette milioni e mezzo a stagione più eventuali bonus e, si vocifera, il ruolo da protagonista in un film alla moglie-agente del calciatore Wanda Nara.

Quella che potrebbe apparire solo come la classica sparata di metà Lugio però, ad un'analisi più approfondita troverebbe conferma nelle parole pronunciate poche ore prima da Beppe Marotta, che bollando come esuberi sia Icardi che il belga Nainggolan, aveva di fatto clamorosamente deprezzato il valore del loro cartellino; possibile che un dirigente esperto come il nuovo A.D. dell'Inter sia scivolato in un autogoal tanto clamoroso senza avere le spalle coperte dalle offerte già depositate sulla scrivania?

Inoltre lo stesso dirigente nerazzurro aveva escluso categoricamente una possibile cessione di Icardi ai rivali della Juventus, ad ulteriore dimostrazione del fatto che, contrariamente a quanto si poteva pensare nelle ultime ore, il Napoli si sia posto in una condizione di deciso vantaggio nella corsa all'ingaggio della punta sudamericana.

Fonte immagine passioneinter.com

Dalle parti della Mole dunque urge cambiare direzione in corsa per non farsi trovare spiazzati, e in un recente colloquio Sarri-Paratici sembra che un altro prestigioso obiettivo sia stato individuato per innalzare il livello della linea d'attacco bianconera: sto parlando niente di meno che di Gabriel Jesus, 22enne attaccante brasiliano in forza al Manchester City (nonché mattatore della finale di Coppa America, con tanto di cartellino rosso rimediato nel finale), giunto ai ferri corti con il proprio allenatore Pep Guardiola, reo di avergli preferito spesso in stagione l'agilità del Kun Aguero e di consoderarlo fuori dal progetto tecnico per la prossima stagione.

Sebbene veda la porta con più regolarità dello juventino, Gabriel Jesus sembrerebbe però ad oggi quasi una sorta di doppione di Douglas Costa, verosimilmente schierato a sinistra in un ipotetico tridente d'attacco completato da Ronaldo e Dybala (o Mandžukić); la trattativa sembra però favorita dal prezzo non eccessivo della punta carioca (circa 40 milioni), con il trasferimento che potrebbe rientrare all'interno dell'affare Cancelo, fortemente desiderato da Guardiola e valutato 60 milioni dalla dirigenza bianconera, e che sarebbe in gradi di generare buone plusvalenze per entrambi i club.

Non ci rimane che aspettare, ma la Serie A, considerando anche le voci che considerano imminente il passaggio di James Rodriguez alla corte di Carlo Ancelotti, si conferma nuovamente campionato in grado di attirare nomi importanti anche dagli altri Paesi: che sia l'inizio della rinascita?

Restate sintonizzati.

Immagine di proprietà di Scorum-Italia