Fonte immagine sempreinter.com

Quella legata a Mauro Icardi ha tutta l'aria di essere eletta a pieni voti come la telenovela dell'estate calcistica italiana, pronta ad appassionare gli spettatori probabilmente fino al gong del mercato. Ci eravamo lasciati con quel volpone di Beppe Marotta preso a dichiarare l'inutilità del calciatore per il progetto nerazzurro targato Antonio Conte, e con il conseguente deprezzamento del calciatore finito a maggior ragione nei radar già equipaggiati di antenne dritte della Juventus e del Napoli.

Attenzione però, perché se dalle parti di Torino non pensano nemmeno ad avvicinare le richieste nerazzurre per un calciatore sostanzialmente scaraventato fuori rosa, e da Napoli sembrano piuttosto rassegnati, stando alle parole pronunciate dal presidente Aurelio De Laurentiis, alla preferenza che l'argentino avrebbe espresso nei confronti di Madama, è da un nuovo inaspettato attore che potrebbe giungere il colpo di scena in grado di scrivere un finale a sorpresa.

Il neo direttore sportivo della Roma Gianluca Petrachi avrebbe infatti incontrato, nei giorni scorsi, al Sina Bernini Bristol, noto hotel della capitale, niente meno che la celeberrima Wanda Nara, moglie-agente della punta sudamericana, per avanzare la candidatura giallorossa all'ingaggio di Maurito, al quale, secondo quanto riferito da ambienti vicini al mondo romanista, la società è pronta ad offrire un quadriennale a cifre molto vicine a quelle del suo attuale contratto.

Fonte immagine gazzettagiallorossa.it

Se vi state domandando dove troverebbe la Roma le risorse per accontentare le richieste piuttosto esose di Marotta e Ausilio, che per Icardi non intendono muoversi troppo dalla valutazione di cinquanta milioni anche dopo averlo messo ai margini della rosa, la risposta deve essere ricercata nella figura del bosniaco Edin Dzeko, la cui cessione proprio alla controparte nerazzurra, sarebbe in grado di abbattere di una ventina di milioni l'esborso economico, confidando su di una formula che preveda un prestito oneroso per questa stagione, con l'impegno saldare nella prossima la restante parte del cartellino.

Nonostante i quindici milioni richiesti per il prestito rappresentino un'uscita ritenuta piuttosto gravosa dalle parti di Trigoria, la Roma sembra aver intenzione di pianificare un investimento considerato ben più "intelligente" di quello che porterebbe al tesseramento di Gonzalo Higuain, più "anziano" dell'ex capitano dell'Inter e a differenza di quest'ultimo difficilmente monetizzabile in futuro in caso di eventuale cessione

La trattativa non può considerarsi affatto semplice visti gli attori in causa, ma l'ambiente intorno ad Icardi è sembrato ben impressionato dalle proposte giunte dalla capitale, e le possibilità che l'affare si concluda positivamente sembrano maggiori di quello che ci si potrebbe attendere.

Fonte immagine itasportpress.it

Del resto non è detto che Icardi non si stanchi in fretta della situazione da separato in casa, che oltre a vederlo escluso dai convocati per la tournée orientale, lo obbliga ad allenamenti solitari presso il centro della Pinetina, e potrebbe stancarsi presto di attendere eventuali mosse da parte degli altri club interessati al suo acquisto (su tutte la Juventus) vista le enormi difficoltà al realizzarsi di un'intesa tra i club.

Inoltre a tenere vive le speranze dei capitolini rimane il fatto che, nella graduatoria di gradimento nerazzurro delle future destinazioni dell'ex capitano, quella della Roma è sicuramente al momento in testa alla classifica, seguita a ruota da quella napoletana con in ultima posizione la soluzione bianconera, alla quale, c'è da giurarci, il duo Marotta-Ausilio preferirebbe non ricorrere se non messo alle strette nell'ultima settimana di mercato.

Immagine di proprietà di Scorum-Italia