L'altro ieri ho seguito con grande interesse la Game Developers Conference 2019 in diretta su YouTube dove è stata presentato il nuovissimo servizio streaming di Google che avrà il nome di Stadia.

Immaginatevi di poter giocare allo stesso gioco su Smartphone, Tablet e Smart TV switchando da uno all'altro senza troppi problemi, avete un bisogno impellente ma volete finire lo schema al quale stavate giocando sulla vostra TV? Nessun problema, cambiate device, recatevi dove dovete e continuate a giocare dallo stesso punto di gioco, basterà avere Chrome installato su entrambi i dispositivi. Inoltre durante la conferenza è stato specificato che non necessiterete per forza di comprare il Joypad targato Google, lo Stadia Controller, che vedete alla vostra sinistra, ma potrete giocare con quelli che già possedete o con il mouse e la tastiera del vostro computer. Con questo joypad però avrete un'assistenza in tempo reale, se ad esempio siete bloccati in uno specifico schema e non riuscite a capire cosa fare non dovrete andare su YouTube a vedere qualche tutorial, basterà schiacciare il bottone apposito e vi verranno fornite immediatamente le istruzioni esatte facendo il lavoro "sporco" al vostro posto. Con il tasto share potrete trasmettere direttamente le vostre partite su YouTube, inoltre potrete interagire con giocatori che stanno trasmettendo dal vivo la propria partita ed unirvi a loro per sfidarli o giocare assieme con il Crowd Play. I creatori di contenuti YouTube e i loro spettatori verranno "uniti", guardando un video potrete far partire automaticamente il gioco in massimo 5 secondi. Mentre state guardando il video di uno Youtuber potete passare a giocare in prima persona con il solo uso del controller.

L'evoluzione di Project stream, sono riusciti a mettere in piedi una rete di server in più di 200 paesi in giro per il mondo che permetterà di giocare in 4K a 60 frame per secondo, ma in futuro contano di arrivare agli 8K. Niente console, download o patch, il mondo dei videogiochi come lo avete visto finora verrà completamente rivoluzionato. Grosse novità anche per gli sviluppatori, Google si è unita ad AMD dando loro la potenza di una GPU da 10.7 Teraflops, supportando Unreal Engine, Unity e Havoc, con la possibilità di sviluppare direttamente in cloud.

Un'ultima novità è lo State Share, nel quale è possibile condividere un istante di gioco, come ad esempio la vostra posizione, i nemici che abbiamo attorno e lo stato fisico del vostro avatar, potendo in questo modo consegnarle ad altri giocatori e permettergli di iniziare a giocare nella vostra identica condizione per scoprire come avrebbero agito al vostro posto.

L'uscita è prevista per quest'anno negli Stati Uniti, Canada, Regno Unito e nella maggior parte d’Europa, hanno detto di aver testato per anni il sevizio, quest'estate seguiranno ulteriori aggiornamenti, ancora nulla riguardo al prezzo né riguardo alle specifiche di connessione richieste. C'è però chi si è già sbilanciato ipotizzando un listino prezzi simile a quello di Netflix ed a circa 15 Gigabyte riguardo alla connessione.

Restiamo dunque sintonizzati perché molto probabilmente ne vedremo delle belle, la concorrenza sarà sicuramente stata molto attenta a questo evento e se tutto andrà nel verso giusto dovrà prepararsi a competere con tutte queste novità rivoluzionarie.

Se siete interessati a vedere la conferenza potete vederla con il commento di due esperti in italiano sul canale ufficiale di Everyeye On Demand.

🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮🕹🎮

Sketch by ran.koree